• Vicky

Come fare il sushi in casa (I)

Aggiornato il: 4 lug 2019




Una sera alcuni amici hanno invitato me e mio marito ad una cena a base di sushi. Dopo un bicchiere di prosecco abbiamo iniziato non a cenare, ma a preparare la cena insieme ai nostri ospiti!

Questo ci ha divertito molto, perché invece di stare fermi ed assaporare il frutto della fatica di una o più giornate davanti ai fornelli, ci siamo sentiti partecipi del successo culinario della serata.

Il padrone di casa ha portato a tavola una grande scodella piena di riso freddo e dei fogli di alga nori. Non avendo pesce freschissimo a disposizione come in Giappone, i nostri amici hanno deciso di usare salmone affumicato, verdure tagliate a listarelle e formaggio per il ripieno.


In questo serie di articoli voglio proporvi il metodo semplice e divertente che ho imparato dalla nostra coppia di amici per divertirsi facendo del sushi “occidentale”, con gli ingredienti freschi che potrete comprare al mercato. Partiremo dal tipo maki ("sushi arrotolato").




Lista della spesa:


Per fare il sushi (maki) in casa vi servono, per prima cosa, almeno due piccole stuoie di bambù (makisu), che potrete ricoprire con una pellicola al momento dell’uso. Io le utilizzo così come sono, ma poi sto molto attenta, dopo averle lavate, a farle asciugare bene prima di usarle la prossima volta.


Nei set per il sushi che potete acquistare in rete troverete anche un cucchiaio in legno, che sarà utile per mescolare il riso.

Vi servono, poi, delle ciotoline per la salsa di soia, che non può mancare sulla tavola insieme al wasabi e allo zenzero sottaceto.

In internet si trovano dei set, come quello nella fotografia sotto, con piatti, ciotoline, bacchette, makisu e cucchiaio in legno. Sevi piacciono potrete ordinarne uno per 10/20 euro.


Per quanto riguarda gli ingredienti vi servono dei fogli di alga nori, che potete trovare nei negozi etnici o ordinare in rete, come l’apposito riso, che viene prodotto anche in Italia. Non scordatevi di comprare una bottiglietta di aceto di riso che, insieme allo zucchero, unirete al riso ancora caldo.


Non dimenticate una confezione di sesamo, bianco o nero, per i cosiddetti “California roll” o “upside down”, ovvero involtini con riso fuori e alga dentro.

Per il ripieno vi consiglio di andare al mercato ed acquistare ogni tipo di verdura, che vi piacerebbe magiare cruda, in particolare peperoni e cetrioli.

Prendete anche una confezione di formaggio fresco a vostro gusto e, se vi piace, del salmone affumicato.


Per il ripieno degli upside down comprate anche un paio di avocado.

Una buona idea è quella di usare la maionese, visto che anche i giapponesi lo fanno!


Altri ingredienti come gli asparagi e le uova saranno protagonisti della prossima puntata.




Riso per 2 persone:


250 g di riso per sushi

4 cucchiai di aceto di riso

un cucchiaio di zucchero

mezzo cucchiaio di sale




Preparazione del riso:


1. In questa prima fase ci vuole pazienza. Il riso va, infatti, lavato e rilavato con acqua fredda. Io vi suggerisco di immergere un colino con il riso in una ciotola piena d’acqua fredda, massaggiarlo delicatamente e poi sciacquarlo sotto acqua corrente. Riempire nuovamente la ciotola, massaggiare e risciacquare fino a quando l’acqua della ciotola non sarà quasi trasparente.



2. Versare il riso lavato in una pentola e lasciarlo riposare per mezz’ora. A questo punto versare mezzo litro d’acqua nella pentola e lasciar cuocere il riso per 10/15 minuti con il coperchio, senza mescolare. Sarete sicuri che il riso è pronto quando avrà assorbito completamente l’acqua.


3. Alcuni minuti prima di ultimare la cottura del riso, riscaldare in un pentolino l’aceto, lo zucchero e il sale mescolando i tre ingredienti insieme. Togliere il riso dalla pentola e versarlo in una scodella pulita. Mescolarlo con il cucchiaio di legno aggiungendo gradualmente il liquido a base di aceto.


4. Lasciar raffreddare. Io preparo normalmente il riso alcune ore prima di usarlo, in modo da poterlo utilizzare bello freddo. Così come per la pasta frolla, anche per il sushi sembra essere importante avere mani fredde, quindi state attenti anche alla vostra temperatura corporea prima di mettervi al lavoro!




Preparazione dei maki:

1. Tagliare un’alga a metà ed appoggiarla sulla parte inferiore del makisu, ricoprirla con uno strato di riso fino a un po’ sopra la metà. Farcire con verdure e formaggio o maionese, ponendo gli ingredienti al centro del rettangolo di riso.







2. Inumidite l’estremità dell’alga in alto con dell’acqua e, aiutandovi con il makisu, formate un rotolino compatto. Se l’alga non si chiude facilmente, ponete un sottile strato di riso sull’estremità dell’alga in alto, schiacciandolo un pochino.







3. Se non mangiate subito il sushi potete riporre i rotolini in frigo e tagliarli poco prima di servirli. Per farli compattare meglio potete avvolgere ogni rotolino in della pellicola trasparente.




Preparazione dei California roll:


1. Tagliare un’alga a metà, appoggiarla sul makisu e ricoprirla interamente con uno strato di riso, cercando di compattarlo facendo pressione con le mani. Cospargere il riso con del sesamo e rigirarlo su un altro makisu.


2. Farcire il centro dell’alga e rigirare il rotolo di sushi su se stesso con l’aiuto del makisu.





3. Anche in questo caso, se non mangiate il sushi subito potete riporlo in frigo avvolto in una pellicola trasparente.




Note e consigli:


1. Per me è ancora difficile riuscire ad ottenere dei rotolini perfetti. Molto dipende dal riso, dalle alghe e dalla manualità, che migliora con l’esercizio! Il mio consiglio è quello di provare e migliorarsi, ma anche di non pretendere di essere sushi master al primo colpo. La formazione di un sushi master dura, infatti, da un minimo di sei a un massimo di dieci anni!


2. A me piace abbondare con la farcitura, ma poi il rotolino non si chiude! Se volete una farcitura abbondante, cercate di sminuzzare gli ingredienti il più possibile, in modo da poterli lavorare meglio.


3. Non è semplice tagliare i rotolini. Io vi consiglio di usare un coltello molto affilato e di pulirlo con un panno ogni volta che tagliate un maki. Qualcuno ne inumidisce la lama, io non lo faccio.


4. Sarebbe importante riuscire a tagliare i rotolini della stessa grandezza, né troppo lunghi né troppo corti, ma anche in questo caso servono pazienza ed allenamento. Se non sono tutti uguali, come dice mia madre: pazienza!


5. Se il sesamo per i California roll sa di poco, potete tostarlo in padella.


6. Per continuare la serata in allegria potete offrire ai vostri ospiti del whisky giapponese. Noi abbiamo provato il Nikka e ci è piaciuto!






17 visualizzazioni

©2019 by The Melting Box. Proudly created with Wix.com