• La Tata

Cosa festeggiare per l'intero mese di maggio (parte 1)!

Ho scoperto che ogni mese dell'anno è stato adibito a festeggiare cose più o meno importanti ma che fanno parte della nostra vita quotidiana. Vediamo insieme cosa fare in questo mese di maggio...credetemi, avremo di che divertirci!!



Barbecue Month.

Ebbene si, iniziamo col botto! Anche se tu non mangi carne, il barbecue è una di quelle attività che non puoi non amare! Si fa all'aria aperta, l'odore della brace e del cibo che cuoce sopra è meraviglioso, è un'attività da fare prendendo i tuoi amici e cucinando tutti insieme appassionatamente, divertendosi con un bel bicchiere di vino in mano...cosa c'è di più bello?

Si festeggia nel mese di maggio perché è il periodo che prelude all'estate, le giornate cominciano ad essere piacevolmente calde, perfette per poltrire in mezzo ad un prato, sotto al sole ancora non cocente.

La storia del barbecue risale a tanto, tantissimo tempo fa, all'incirca da quando si è scoperto l'uso del fuoco; infatti, la cottura della carne su una fiamma c'è da quando si è capito come usare il fuoco a proprio piacimento. Non è ben chiaro però quando è stato introdotto l'uso della griglia per cuocere il cibo; presumibilmente quando Colombo scoprì l'America vide che gli indiani usavano delle griglie di legno per cuocere la carne, cosa che le avrebbe conferito un ottimo gusto di affumicato.

Al giorno d'oggi si hanno a disposizione barbecue di ogni tipo e per ogni tasca, da quelli usa e getti, a quelli piccoli e portatili da terrazzo o giardino, fino ad arrivare a quelli super professionali che praticamente cuociono da soli, o quelli in muratura che sono bellissimi da vedere! Senza parlare del numero di accessori che puoi trovare per cucinare in maniera semplice e sicura.

Il modo migliore per festeggiare il barbecue e le sue meraviglie è prendere famiglia, amici, partner e animali da compagni ed andare all'aperto a cuocere qualcosa! Essendo un metodo di cottura molto semplice puoi tranquillamente accingerti ad usarlo anche se sei alle prime armi.

Resta collegato su questo sito perché per tutto il mese di maggio pubblicherò ricette a tema; sia di carne che di pesce, sia per vegetariani che per vegani ed anche salse di accompagnamento e trucchetti per non sbagliare e rendere fantastica la tua esperienza!

Quindi il mio augurio è di divertirti e di mangiare un ottimo pasto. Fotografa la tua esperienza e condividila sui post con l'hashtag #BarbecueMonth e tagga pure me con #TheMeltingBoxishere


Mese della Consapevolezza sulla Fibrosi Cistica.

Torniamo seri per un momento. Questo è un argomento importante da trattare con il massimo rispetto. Molte persone non conoscono questa malattia, o l'hanno solo sentita nominare senza sapere cosa sia o cosa provoca. È importante prenderne consapevolezza ed aiutare la ricerca come si può, anche solo condividendo il problema ed informando gli altri a riguardo.


Cos'è la fibrosi cistica? Per essere il più precisa e chiara possibile vi riporto le parole del sito ufficiale italiano, del quale poi vi lascerò il link:

" La fibrosi cistica è la malattia genetica grave più diffusa. E’ una patologia multiorgano, che colpisce soprattutto l’apparato respiratorio e quello digerente. E’ dovuta ad un gene alterato, cioè mutato, chiamato gene CFTR (Cystic Fibrosis Transmembrane Regulator), che determina la produzione di muco eccessivamente denso. Questo muco chiude i bronchi e porta a infezioni respiratorie ripetute, ostruisce il pancreas e impedisce che gli enzimi pancreatici raggiungano l’intestino, di conseguenza i cibi non possono essere digeriti e assimilati. Seppure il grado di coinvolgimento differisca anche notevolmente da persona a persona, la persistenza dell’infezione e dell’infiammazione polmonare, che causa il deterioramento progressivo del tessuto polmonare, è la maggior causa di morbilità nei pazienti FC. Le manifestazioni tipiche della malattia sono:

- difficoltà nella digestione dei grassi, proteine, amidi

- carenza di vitamine liposolubili

- perdita progressiva della funzione polmonare

La malattia non danneggia in alcun modo le capacità intellettive e non si manifesta sull’aspetto fisico né alla nascita né in seguito nel corso della vita, per questo viene definita la malattia invisibile.

La malattia si manifesta quando un bambino eredita due copie alterate, cioè mutate, del gene CFTR, una da ciascun genitore. Il gene CFTR codifica la sintesi della proteina CFTR, che se ben funzionante, regola il movimento del cloro, al quale segue il movimento dell’acqua, dall’interno verso l’esterno delle cellule epiteliali delle ghiandole mucose. I genitori che hanno solamente una copia alterata del gene CFTR non hanno la fibrosi cistica, né evidenziano alcun sintomo della malattia e sono definiti portatori sani del gene della fibrosi cistica.Possono però trasmettere il gene difettoso ai figli, così come trasmettono altre caratteristiche, come il colore degli occhi e dei capelli. La frequenza dei portatori sani di mutazioni del gene FC in Italia e nel mondo occidentale è approssimativamente di 1 ogni 25/26 persone. Quando due genitori portatori sani, cioè portatori entrambi di una mutazione, hanno un figlio, esiste 1 probabilità su 4 che il bambino nasca con FC".

( https://www.fibrosicistica.it/ )


Parlando di numeri, si stima che in Italia ci siano 200 nuovi bimbi nati malati ogni anno e che, al momento, i malati in cura siano circa 6000.

Per la fibrosi cistica non esiste ancora una cura, ma grazie ai progressi della ricerca si è innalzata di molto la speranza di vita di questi bambini, che ad oggi è intorno ai 36 anni, è quindi lampante l'importanza di aiutare la ricerca a trovare una cura.

Condividete tutti per rendere consapevole il maggior numero possibile di persone usando l'hashtag #FibrosiCistica o #CysticFibrosisAwarenessMonth.

Parlatene, è importante.


8 visualizzazioni

©2019 by The Melting Box. Proudly created with Wix.com