• La Tata

Cosa succede quando una cuoca innamorata (della cucina) incontra un palestrato convinto...

Aggiornato il: 25 giu 2019



C’era una volta una ragazza che era anche una cuoca.


L’essere cuoca, si sa, si può fare solo se c’è dietro tanta passione, si deve essere davvero innamorati del cibo, delle materie prime, dei fornelli, degli elettrodomestici, dei sapori, dei colori, degli odori...capirete da soli che se ti fa schifo mangiare e soprattutto cucinare non puoi fare questo mestiere, mai nella vita.


La nostra ragazza era proprio così: era una di quelle che si emozionava più davanti ad una mazzo di carote viola che davanti ad un anello di fidanzamento con il diamante!. Per non parlare dei salti di gioia davanti a forni con doppia camera di cottura, planetarie e ultime novità tecnologiche di settore!


Quando si ama così tanto cucinare va da sé che ogni volta che ci si mette ai fornelli si compie un atto d’amore. Verso i clienti sempre, a maggior ragione verso le persone a noi care. La nostra cuoca innamorata della cucina quando cucinava per amici o parenti si metteva ogni volta d’impegno per trovare qualcosa che esprimesse questo sentimento nel migliore dei modi: si informava sui gusti del suo ospite e cercava le migliori materie prime, il miglior modo di trattarle, i migliori abbinamenti tra ingredienti, in modo che il risultato finale fosse una delle cose più buone che quella persona avesse mai assaggiato, cosi che l’ospite si sentisse felice e speciale. Perché, in fondo, il cibo a questo serve: a renderti felice e in pace con il mondo.


Un giorno come un altro, all’improvviso, senza previsione alcuna, la nostra cuoca innamorata della cucina si trovò in mezzo al suo cammino un bellissimo principe...rosso. Vi immagino tutti quanti a dire: “ma Tata, che hai bevuto? Il principe è azzurro, non rosso!!!”. Ed invece amici cari, questo era un principe un po’ anomalo, di aspetto, di carattere, di modi e di mestiere, e poi, onestamente, l’azzurro non gli dona affatto, sta molto meglio in rosso! Comunque, tornando ai nostri eroi, dicevamo che un bel giorno questo principe si para davanti alla nostra cuoca, proprio nel suo luogo di lavoro. All’inizio non si piacquero subito, anzi, si stavano anche un po’ antipatici. Lui era pieno di se, camminava tutto impettito e facendo la ruota del pavone, era saccente ed anche moderatamente...come posso dirlo senza essere scurrile...struzzo! Ma quando stava dietro al bancone di un bar si trasformava in un dio! Iniziarono a stimarsi professionalmente arrivando ad un punto che lavoravano bene solo quando erano in coppia (ah, dimenticavo! La nostra cuoca all’occorrenza può lavorare sia in sala che al banco di un bar). Da cosa nasce cosa, si sa, e così cominciarono a frequentarsi, a conoscersi meglio, a pensarsi sempre più, finché non si innamorarono l’uno dell’altra.


Come era felice la nostra cuoca, ormai innamorata sia della cucina che del suo principe rosso!!! Il primo periodo (come tutti i primi periodi), tutto era bello, tutto era splendente, tutto era perfetto. E rimase tutto meraviglioso finché non smisero di lavorare insieme ma decisero di andare a convivere. La nostra cuoca innamorata lo sapeva che il suo bel principe frequentava la palestra, si vedeva che era un appassionato, che la frequentava per un suo piacere personale, ma non aveva capito QUANTO gli piacesse. Alla fatidica domanda: “cosa ti va di mangiare” la nostra cuochina si sentì rispondere: “senti, io avrei un regime alimentare un po’ particolare...ti passo via whatsapp la dieta che mi ha fatto il mio personal trainer”...cari amici miei, non potrei mai e poi mai trovare le parole giuste per descrivervi la faccia della nostra povera eroina quando aprì il file del personal trainer...

Pollo alla piastra, riso in bianco, pollo alla piastra, riso in bianco, riso in bianco e pollo alla piastra...variazione sul tema: insalatina verde...altra variazione sul tema: frittatina di albumi. La cuoca innamorata si sentì salire la tristezza lungo tutta la spina dorsale, la sentì arrivare fino la base del cranio per poi esplodere nel suo cervello...

“Ma che significa pollo alla piastra e riso in bianco? Poi? Mangi sempre e solo quello?”

“Eh si, devo ingerire tante proteine e stare molto attento ai grassi perché sono in bulking, cioè...in massa, e il mio somatotipo prevede queste attenzioni”

“----------------“ (una lunga pausa di silenzio accompagnata da un’espressione facciale che indica una chiara perplessità) “eh? In che lingua stai parlando?”

Segue una lunga e molto tecnica spiegazione che sono sicura voi non vogliate sapere e quindi vi evito volentieri...


La dolce cuoca si trovò sgomenta davanti a queste rivelazioni...”ed ora?” pensò, “cosa faccio? Non posso mettermi a cucinare solo pollo ai ferri, riso in bianco ed insalata verde (che non occorre nemmeno cucinare...)! Che pa**e!!!!”. Non poteva mai succedere che una persona così innamorata della cucina potesse accettare un destino così noioso...per lei era un po’ come non dimostrare l’amore che provava, si sentiva come se lo stesse tenendo in punizione piuttosto che dimostrargli tutto l’amore che provava, ed un po’ era una punizione anche per lei che non poteva tirar fuori tutto l’estro che aveva nella mente, non poteva sperimentare...


Ma lei, caparbia e testarda come poche, non si diede per vinta! Iniziò a studiare questo mondo per lei un po’ strano, sicuramente nuovo, cercando di capire cosa potesse essere giusto a livello di alimentazione per il tipo di allenamento che seguiva il suo principe rosso e iniziò a sperimentare nuovi piatti, nuove ricette, nuovi ingredienti, nuovi abbinamenti e si sentì felice e soddisfatta. I piatti risultavano gradevoli anche per il suo palato e, non da meno, aveva la soddisfazione della sperimentazione, ma la cosa più importante è che il suo principe rosso apprezzava moltissimo tutte le alternative che proponeva e mangiava di gusto.


Fu così che i nostri due cari ragazzi vissero per molto tempo felici e contenti e con i pancini pieni e i cuori gonfi di felicità! (Quanto zucchero!!! Mi sta venendo il diabete!!! Scusate...).

Se non l’aveste già capito da soli ve lo dirò io, la nostra cuoca innamorata nient’altri è che la sottoscritta!!! Eh si, tutte queste vicende l’ho vissute in prima persona e sono lieta di informarvi che tutte le prove che ho fatto, tutti i piatti nuovi che ho preparato per accontentare il mio compagno li potete trovare, se siete interessati, nella sezione HEALTHY & FIT.


Spero che la mia storia vi sia piaciuta, e spero anche che le mie ricette vi possano essere utili e gradite.

Un bacio grande grande,

la vostra Tata, una cuoca innamorata...della cucina!


12 visualizzazioni

©2019 by The Melting Box. Proudly created with Wix.com