• La Tata

La vita in 100 viaggi: i luoghi da vedere e le esperienze da fare nel corso di una vita intera! (I)

Cosa mi spinge a scrivere "La vita in 100 viaggi:i luoghi da vedere e le esperienze da fare nel corso di una vita intera"? I sogni, semplicemente i sogni!!! Tutto quello che troverete in questa lista sono alcune esperienze in prima persona e le esperienze di cui ho sentito raccontare e che, inevitabilmente, piacerebbe fare anche a me! (Quelle con la spunta verde sono personalmente testate!). Ma di sognare non son mai stufa quindi, se anche voi viaggiate con la fantasia, non perdetevi queste 100 esperienze e segnatevi quelle che vi piacciono di più. Se invece pensate che mi son dimenticata qualcosa, scrivetemelo, perché la lista non ha limiti!!!

1. Andare a trovare Babbo Natale al Santa Claus Village che si trova a Rovaniemi, in Lapponia.

Potrete incontrare Babbo in persona e consegnargli la vostra letterina di Natale così, almeno per una volta nella vita, potrete ricevere quello che veramente desiderate, senza la scusa delle poste che perdono le lettere! Mi raccomando di vedere, tanto che siete lì, anche l'ufficio postale di Babbo Natale, le renne che trascinano la slitta, i paesaggi fiabeschi che circondano il villaggio e, se siete fortunati, anche la meravigliosa aurora boreale! Se non riuscite ad andare ma volete comunque inviargli la lettera con i vostri desideri, vi lascio l'indirizzo ufficiale: Joulupukki, Joulupukin Pääposti, FI-96930 Napapiiri, Finlandia. Mentre qui vi lascio il link del sito ufficiale del Villaggio di Babbo Natale.

2. Pregare contro il Muro del Pianto a Gerusalemme, Israele.

Finalmente il governo di Israele ha adibito un tratto del Muro del Pianto per far pregare insieme sia uomini che donne. E' un tratto informale ma si devono comunque tener presenti alcune regole, soprattutto d'abbigliamento e di comportamento. Se siete fortunati potrete notare (e mettere) tra le pietre dei foglietti di carta contenenti delle preghiere, che però vengono tolti una volta ogni sei mesi per lasciare spazio ai nuovi bigliettini. I vecchi bigliettini vengono poi portati in un cimitero lì vicino per essere sepolti. Anche se non siete credenti mi assicurano che accanto al muro si sente una forte energia cosmica, quindi tentar non nuoce!

3. Abbracciare una sequoia gigante al Sequoia National Park, California. Questo è un ottimo modo per sentirvi piccoli, piccoli, piccoli, ma vi fa anche capire quanto potente sia la natura, quanto sia perfetta e quanto è importante tutelarla. Passeggiare, a piedi o in macchina, per i sentieri che attraversano il parco è un'esperienza unica ed emozionante. Mi raccomando, non dimenticatevi di abbracciare una sequoia a vostra scelta, per fare il carico della sua energia millenaria! Mi raccomando anche di rispettare l'ambiente che vi circonda (niente cartacce a terra, o mozziconi di sigarette e niente incisioni sui tronchi...rischiate il linciaggio!!!). Vi lascio il link del sito ufficiale del Sequoia National Park.

4. Fare il bagno ad un elefante nel Kuala Gandah Elephant Sanctuary a Pahang, Malesia.

In questo centro vengono accolti ed accuditi i cuccioli di elefanti rimasti orfani, e vengono ospitati fino all'età adulta. Qui sarete a tu per tu con questi animali e potrete dargli da mangiare, coccolarli e farci il bagno insieme. L'entrata è ad offerta libera e il ricavato va tutto ai bisogni degli elefanti: cibo (suppongo ne serva veramente molto!), cure e la manutenzione del santuario. Credo sia per davvero un'esperienza unica nel suo genere, che vi farà portare a casa dei bellissimi ricordi oltre che ad un cuore più grande! Vi lascio il link del sito ufficiale dell'Elephant Sanctuary.


5. Meravigliarsi sotto un cielo stellato nelle grotte del Waitomo a Te Kuiti, nell'Isola del Nord in Nuova Zelanda.

Ci troviamo all'interno di grotte che si sono formate 30 milioni di anni fa e che fanno da casa alle "Arachnocampa luminose" (degli insetti della stessa famiglia delle mosche che però assomigliano a delle zanzare, ma tranquilli, sono innocue!). Allo stadio larvale emettono una bioluminosità bluastra dovuta alla reazione chimica di alcune molecole con degli enzimi (certo però che, detta così, perde gran parte del suo fascino!). Questa bioluminescenza, insieme alla secrezione di alcuni fili lunghi e collosi, simili ad una ragnatela, serve alle larve per attirare e poi catturare le prede di cui si nutrono (così è anche peggio!!😂). Ma, per nostra fortuna sia le larve che i fili sono piuttosto in alto, così noi possiamo non preoccuparci né di insetti, né di ragnatele e possiamo tranquillamente goderci lo spettacolo...se qualcuno di voi è in procinto di fare una proposta di matrimonio io, fossi in voi, un pensierino a queste grotte come location ce lo farei. Di sicuro il vostro/la vostra partner non se lo dimenticherà mai!


6. Bailar el Flamenco...ehm, no, scusate...Ballare il flamenco a Siviglia, Andalusia, Spagna!!

Se capitate da quelle parti non potete esimervi dal tentare! E non voglio sentire scuse del tipo "io non so ballare" perché il flamenco è spirito, non tecnica. Magari la sera prima potete andare in uno dei tanti bar (detti Tablaos) che offrono uno spettacolo di ballo insieme al drink, studiate qualche mossa, e poi via! Fatevi rapire dalla musica e scaricate tutte le preoccupazioni, perché il flamenco nasce proprio come sfogo emozionale. Un esempio di tablao è: La Casa del Flamenco - Calle Ximénez de Encisco, 28 - Sevilla.


7. Sedersi di fronte a un Moai a Rapa Nui (Isola di Pasqua), Cile (...offrirgli una gomma da masticare e aspettare che dica "scemo - scemo"!🤣).

Avrete l'imbarazzo della scelta, perché nell'isola esistono 638 moai, di diverse dimensioni e in diverse posizioni. Ancora non si conosce lo scopo di queste statue, ma sono tutte rivolte verso il centro dell'isola; si pensa che possano raffigurare i capi tribù del passato. Queste statue venivano trasportate per chilometri, ed alcune non sono riuscite ad arrivare nel luogo di destinazione, per questo se ne trovano anche di abbandonate e spezzate in giro per l'isola. Due piccole curiosità: nonostante nell'immaginario comune l'Isola di Pasqua sia un territorio incontaminato, in realtà ha diverse strutture ricettive e resorts, ed anche un aeroporto interno. Seconda curiosità: Rapa Nui ha uno suo sistema di scrittura che si chiama Rongorongo.


8. Fare surf sulla spiaggia di Waikiki, nell'Isola di Ohau, Hawaii.

O almeno provarci!! Di certo non riuscirete a fare trick da esperti con solo una lezione, ma anche solo alzarsi in piedi sulla tavola e rimanere in equilibrio cavalcando una piccola onda è alquanto soddisfacente! Nulla vi farà sentire così vivi e così liberi, con i capelli al vento, il viso sferzato dall'acqua e il sole che vi sorride benevolo dall'alto (ok, sto esagerando!!). Qui a Waikiki, leggenda narra, che fu inventato il surf, e la sua conformazione, unita ad un fondale per niente pericoloso, la rendono la spiaggia migliore per imparare a surfare. Non a caso è piena di negozi che noleggiano surf e di scuole che lo insegnano. Nonostante è un'isola che ha la fortuna di avere il sole 12 mesi all'anno, i mesi migliori per andare sono da ottobre a marzo!


9. Ammirare degli splendidi panorami a bordo di una...mongolfiera! Cappadocia, Turchia (foto di copertina).

La Cappadocia ha una conformazione veramente particolare, nonché molto suggestiva, a tal punto da diventare, per questo motivo, patrimonio dell'Umanità Unesco. Il termine che sento più usare da chi ha fatto quest'esperienza è mozzafiato, e ci credo senza dubbio alcuno! Già di per sé un volo in mongolfiera è qualcosa di pazzesco, se poi aggiungiamo questi panorami da fiaba, all'alba, cosa ci può essere di meglio!! Quando prenotate il volo in mongolfiera, assicuratevi che sorvoli anche i Camini delle Fate (immagine a lato) perché sono imperdibili! Questo che vi lascio è solo uno dei possibili tour in mongolfiera che ci sono a disposizione: Cappadocia Voyager Balloons.


10. Salire in alto verso l'Acropoli, Atene, Grecia.

Guardandola dal basso, è imponente. Poi ti fai quel migliaio di scalini (no, scherzo, sono molti meno!) e pensi a quanto era faticosa la vita un tempo. Poi arrivi ai Propilei, che sono l'ingresso monumentale all'acropoli, una sorta di nostre Porte che si aprono sulle mura delle città, e pensi "però, che maestosità!". Attraversi l'entrata e te lo vedi davanti, lì, impressionante nella sua bellezza, il Partenone, e rimani senza fiato. Ti giri un po' intorno e vedi la città, così grande ma così piccola, così diversa da dove ti trovi e non puoi che sentirti un dio! Veramente, queste sono le sensazioni che in moltissimi (me compresa) hanno provato trovandosi in cima all'Acropoli di Atene. E perché allora non concedersi questa mezza giornata da dio?!?!? Per tutte le info vi lascio il link del sito ufficiale.


Per il momento ho terminato con la lista, altrimenti più che sognare ad occhi aperti, vi faccio addormentare sul serio!! 😂

Ci vediamo domani con le posizioni dalla 11 alla 20...spero che vi piaccia leggere questa lista, almeno quanto a me piace scriverla!!! Fatemi sapere le vostre impressioni!


Un bacio,

La Tata ❤

26 visualizzazioni

©2019 by The Melting Box. Proudly created with Wix.com