• La Tata

Le erbe in cucina: l'olio aromatizzato

Aggiornato il: 9 mag 2019


L'olio aromatizzato è la cosa più semplice che potete fare con le vostre erbe aromatiche, basandovi sui vostri gusti e sulle ricette alle quali andrete ad abbinarlo.


Come vi dicevo, la preparazione base per ogni tipo di olio aromatizzato è veramente semplice: pulite molto bene le erbe con un canovaccio umido e mettetele in una bottiglia di vetro, sterilizzata e con il tappo, e riempitela con dell'olio extravergine d'oliva (più buono è l'olio, più buono sarà l'olio aromatizzato!), chiudete ermeticamente e lasciate riposare al buio per almeno 5 giorni.


Ricordate che questo tipo di preparazione, sempre pronta all'uso, è utilissima quando non disponete di erbe fresche, perché consente di insaporire i vostri piatti con gusto e fantasia.


Potete creare degli oli "monogusto", usando solo un tipo di aroma, oppure creare dei mix di sapori.


Iniziamo con le attività pratiche! Ecco alcune ricette e i rispettivi usi per creare oli aromatizzati che vi faranno innamorare! Non mi limiterò agli oli aromatizzati con le erbe ma metterò anche altre aromatizzazioni.


OLI AROMATIZZATI MONOGUSTO:


Olio all'alloro: da usare per insaporire insalate, anche di quinoa o di bulgur, come base per gli stufati e per gli arrosti di carne. Per un litro d'olio puoi usare 16 foglie d'alloro.


Olio al basilico: da usare per condire la caprese, le insalate, la panzanella, la pasta, sulle friselle con il pomodoro crudo oppure in cottura di sughi freschi e leggeri. Per un litro d'olio io metto 25 foglie di basilico (se trovo le infiorescenze della pianta di basilico, ne metto qualcuna).


Olio al rosmarino: serve per marinare e condire la carne da cuocere arrosto o al barbecue, per condire le patate al forno, sulle focacce bianche e sul castagnaccio. P er un litro d'olio la quantità giusta di rosmarino è 10 grammi. Se trovate i rametti non metteteli dentro interi: dovete sgranare gli aghi e mettere solo quelli.


Olio alla cedrina (o limoncina): da usare per condire le insalate, pesce e carni bianche. Per un litro di olio metti in infusione un paio di rametti di erba cedrina. È pronto dopo minimo una settimana di infusione.


Olio all'aglio: serve per condire verdure, carne e primi piatti, ma anche bruschette e come base per le cotture. È tra quelli che personalmente uso con maggior frequenza. L'aglio deve essere pelato e può essere inserito intero o a fettine e deve stare in infusione almeno per due settimane.


Olio al peperoncino: altro classico, lo puoi usare per condire le insalate, la pasta, la pizza, la carne (come condimento o come marinatura) o semplicemente una bruschetta. Anche questo tipo di olio non manca mai nella dispensa. Per un litro d'olio usate 30 gr di peperoncini secchi, toglietegli il picciolo e sbriciolateli con le mani. Da aggiungere direttamente all'olio.


Olio al limone: da utilizzare per condire insalate e frutta, ma anche secondi di carne o di pesce ed anche qualche primo (es. risotto al limone). Per un litro d'olio ti serviranno 4 limoni non trattati. Lavali ed asciugali bene, taglia via la scorza facendo attenzione a togliere tutta a parte bianca che è amara e potrebbe alterare il sapore dell'olio. Metti la buccia in pezzetti grossi o tagliala a julienne e aggiungila all'olio.


Olio alla menta: per prepararlo devi scaldare 250 ml di olio fino a 75/80°C e metterci in infusione 15 foglie di menta. Aspetta che l'olio raffreddi e poi filtralo strizzando ben bene le foglie e metterlo in una bottiglia. È perfetto per condire verdure, soprattutto quelle grigliate!


Olio al tartufo: per fare questo olio è necessario trovare (o fare) il tartufo essiccato a lamelle e questo perché altrimenti il tartufo fresco all'interno dell'olio rischia di marcire e ammuffirsi e dovrebbe quindi essere consumato entro 7 giorni massimo dall'imbottigliamento. Per evitare questo limite di tempo il tartufo essiccato è perfetto. Per 500 ml di olio necessitano almeno 3 gr di tartufo e, se vi piace piccantino, aggiungete anche un peperoncino fresco. Lasciare in infusione per una decina di giorni in un luogo buio e poi potete usarlo per condire bruschette, primi o secondi di carne.


Olio al prezzemolo: per fare questo olio bisogna scaldare 250 ml di olio fino a 75/80°C, spegnere il fuoco e mettere in infusione un mazzetto di prezzemolo (solo le foglie però, non i gambi). Quando l'olio si è raffreddato filtrare il tutto strizzando bene le foglie ed inserirlo nella bottiglia.


Olio allo zenzero: per 500 ml di olio utilizza 30/40 gr di radice di zenzero fresca e pelata. Lascia in infusione per una settimana e poi filtrare il tutto per non rischiare che lo zenzero marcisca.


Oli aromatizzati con mix di sapori


Olio per insalate: scalda 500 ml d'olio fino a 75/80°C, spegni il fuoco e metti in infusione 8 foglie di basilico, 1 spicchio d'aglio e 2 scorzette di limone non trattato. Quando l'olio si è raffreddato filtrare il tutto strizzando bene gli ingredienti prima di imbottigliare.


Olio agli agrumi: ideale per pesce, verdure, insalate e cruditée. Per prepararlo ti servono 500 ml di olio nel quale inserire la buccia tagliata a julienne e privata della parte bianca di un limone non trattato, la buccia tagliata a julienne e privata della parte bianca di mezza arancia non trattata e la buccia (come sopra) di due mandarini non trattati. Lascia in infusione almeno 2 settimane.


Olio delicato: questo olio è perfetto per condire delle insalate. In 250 ml d'olio metti in infusione erba cipollina e menta e lasciare in infusione per una decina di giorni.


Olio saporito: ideale per condire bruschette, patate lesse o carne. Per farlo mettere in infusione in 250 ml di olio 3 spicchi d'aglio, 2 rametti di rosmarino (solo gli aghi), 1 rametto di salvia (solo le foglie), 1 rametto di origano (solo le foglie), e 1 peperoncino fresco intero. Lascia macerare per una settimana.


Olio alle spezie: quest'olio è perfetto per condire la selvaggina. In 500 ml di olio mettere in infusione 2 spicchi d'aglio, gli aghi di 2 rametti di rosmarino, le foglie di 8 rametti di timo, 8 bacche di ginepro, 8 grani di pepe nero e 6 peperoncini piccoli freschi ed interi. Lasciare in infusione per 3 settimane.


Olio all'origano: in 500 ml di olio mettere 1 cucchiaio di foglie di origano fresco, 1 cucchiaio di pepe in grani e 1 peperoncino fresco intero. Per una perfetta aromatizzazione, lasciare in infusione per un mese e poi filtrare il tutto. Usate quest'olio per condire la pasta, i pomodori freschi o le verdure alla griglia.


Sperando che questo post ti sia stato utile, continua a seguire la serie dedicata alle erbe e seguimi in tutti i social per rimanere sempre aggiornata!



©2019 by The Melting Box. Proudly created with Wix.com