• Vicky

Oktoberfest 2019: consigli e curiosità

Aggiornato il: 3 set 2019


Da: abendzeitung-muenchen.de

Dal 21 settembre al 6 ottobre 2019 si svolge a Monaco il celebre Oktoberfest, una festa paesana che è diventata negli anni simbolo della joie de vivre tedesca e che ogni anno genera un giro d’affari di circa un miliardo di euro.


L'intrigante Lola Montez da: anothermag.com

La prima edizione di questa sagra si ebbe nel 1810 in occasione del matrimonio tra il principe ereditario Ludovico di Baviera e la principessa Teresa di Sassonia-Hildburghausen, celebre per essere stata poi tradita in modo spudorato con la ballerina e avventuriera irlandese Lola Montez.


Il luogo dove si svolge l’Oktoberfest si chiama Theresienwiese, ovvero "prato della regina Teresa“, e altro non è che uno spazio pubblico nel quartiere di Ludwigsvorstadt-Isarvorstadt a Monaco con un'area di circa 420.000 m², dove vengono impiantati i tendoni (Zelte o Festzelte) in cui si può bere e magiare a non finire, le tipiche giostre e la ruota panoramica come in ogni festa paesana tedesca che si rispetti. Organizzatore dell’evento è la sezione Referat für Arbeit und Wirtschaft del consiglio municipale monacense, che si occupa principalmente di politica economica e turismo.


Per l’Oktoberfest alcune fabbriche di birra producono una speciale birra (Märzen o Oktoberfestbier), che contiene una percentuale alcolica che va dal 5,8 al 6,4 %. Questo tipo di birra forte era tradizionalmente preparato in marzo e per la festività dell’Oktoberfest ne venivano scolati gli ultimo barili, dato che per tutto il periodo estivo da aprile a settembre era vietato produrre birra a causa della proliferazione di microorganismi nei mesi caldi. I barili di birra marzolina erano conservati in apposite cantine e gallerie sotterranee, in modo da poterli aprire a fine settembre e consumarne il contenuto, rimasto inalterato (per approfondire clicca qui).

Visto che la birra è alla base dell’Oktoberfest riporto qui di séguito alcune caratteristiche fondamentali di una buona Märzen moderna:

- colore: dal dorato all’ambrato;

- alcool: 5,5 – 6,2 %;

- aroma: malto, può essere dolce, ma le note caramello non devono dominare. Il luppolo non si sente.


Solo ai sei birrifici monacensi Augustiner Bräu, Hacker-Pschorr, Spaten, Löwenbräu, Hofbräu e Paulaner, appartenenti all’associazione Münchner Brauereien e. V., è consentito di produrre birra per l’Oktoberfest.

Il birrificio Augustiner è il più antico, in quanto fondato nel 1328. In occasione dell’Oktoberfest produce una birra chiara con 6% di alcool, servita nel tendone dell’Augustiner e Fischer Vroni.

Il birrificio Hacker-Pschorr esiste dal 1417 ed è l’unico che produce una birra Märzen per l’Oktoberfest, la meno alcolica della Theresienwiese con una percentuale di alcool pari al 5,8%. La potete provare nel tendone Hacker o nel Pschorr-Bräurosl.

La Hofbräu è attiva dal 1589 e posside uno dei più bei giardini della birra di Monaco. All’Oktoberfest è rappresentata da una birra forte (6,3 % di alcool), che potete degustare nel tendone della Hofbräu.

Tendone della Löwenbräu da: oktoberfest-tv.de

Non si hanno notizie precise sulla data di nascita della Löwenbräu Brauerei, anche se è noto che questo birrificio ha alle sue spalle una lunga storia. Dato che il marchio è rappresentato da un leone, potrete subito individuare il tendone del birrificio, dove potrete ordinare la speciale birra della casa per l’Oktoberfest con 6,1% di alcool, che si trova anche nello Schützen-Festzelt.

Il marchio Paulaner è molto diffuso anche in Italia. All‘ Oktoberfest è rappresentato da una birra con il 6,0 % di alcool, che si può assaporare nei tendoni Winzerer Fähndl, Armbrustschützen-Zelt e Käferzelt.

La Spatenbrauerei, fondata nel 1397, è il secondo birrificio più antico di Monaco e appartiene, come il birrificio Franziskaner, alla famiglia Sedlmayr. Le birre della Spatenbrauerei e della Franziskanerbrauerei si possono ordinare nei tendoni Schottenhamel e Marstall, nella Ochsenbraterei e nella Spatenbräu Festhalle.


Da: deutschlandfunkkultur.de

Anche se si dice che gli astemi se la possono spassare lo stesso all’Oktoberfest bevendo limonata, latte macchiato o caffè per quasi 10 euro, io sono del parere che solo chi beve alcool può divertirsi veramente, perché la sagra paesana più famosa del mondo lo è per almeno due ragioni: per la sbornia e per il rimorchio.

Alla sbornia si arriva facilmente ordinando due o tre Maß (si legge "mas", un litro di birra), il cui prezzo varia dai 10,80 agli 11,80 euro, dicendo: - No a Maß! - dopo aver finito la prima. Il cibo tradizionale molto salato servito nei tendoni (Brezel giganti con formaggi e affettati, stinco, etc.) scatenerà la vostra sete inducendovi a bere più del previsto, ma questo fa parte del gioco. E ricordatevi che la birra in Germania va bevuta tassativamente finché è fredda, quindi molto velocemente!

Il rimorchio è l’obiettivo principale di molti indigeni e turisti, che si recano all’Oktoberfest in costume. Le ragazze in particolare, strizzate in corpetti di altri tempi, ben truccate e pettinate, viaggiano in gruppi negli appositi treni per condividere con le amiche l’emozione dei primi approcci. Il vestito tradizionale (Tracht) indossato dalle ragazze si chiama Dirndl, ovvero “contadinella”, e in Baviera è ancora usato in occasioni ufficiali e per andare alla messa la domenica. Per i tedeschi non-baveresi è qualcosa di esotico quasi come per gli italiani.


Gli italiani sono gli ospiti più attesi dell’Oktoberfest. A loro è dedicato il secondo fine-settimana chiamato “Italiener Wochenende”, che quest’anno cade tra il 28 e il 29 settembre. Secondo una statistica dell’ufficio del turismo di Monaco i turisti del Bel Paese rappresentano quasi il 20% della quota degli stranieri che visitano l’Oktoberfest!


Insomma, se andate all’Oktoberfest, partite con tanta voglia di divertirvi e soprattutto evitate di mettervi alla guida o di fare qualcosa di rischioso dopo aver bevuto litri di birra. La festa di per sé è come un’immensa sagra, colorata e rumorosa, da godere soprattutto in gruppo. Se vi piace partecipare in costume tradizionale, non avrete problemi a trovarne anche versioni economiche in negozi come la LIDL, che in questo periodo dedicano offerte speciali proprio all’Oktoberfest. Se volete qualcosa di più serio, che siano corsetti e pizzi da donna o pantaloni in pelle da uomo o viceversa, avrete a Monaco l’imbarazzo della scelta.

Altre informazioni utili su come raggiungere la Theresienwiese e sui tendoni sono riportate qui sotto.


Giovani avventrici dell'Oktoberfest, da: muenchen.de

Oktoberfest in auto: i parcheggi sono per tutto il periodo festivo estremamente costosi. Si consiglia di lasciare la macchina al Park-and-Ride-Platz, da dove ci si può spostare con la metropolitana. Le linee che si possono prendere sono:

- U3 fino a Goetheplatz

- U4 fino a Theresienwiese

- U5 fino a Theresienwiese

- U6 fino a Goetheplatz


Con il tram si possono utilizzare le linie:

- 16 fino a Hackerbrücke

- 17 fino a Hackerbrücke

- 18 fino a Hackerbrücke

- 19 fino a Hackerbrücke

Da Hackerbrücke si raggiunge la Theresienwiese in 10 minuti a piedi.


Anche con l’autobus si arriva vicino alla Theresienwiese:

- MetroBus 53 fino a Schwanthalerhöhe

- MetroBus 58 fino a Georg-Hirth-Platz

- MetroBus 62 fino a Hans-Fischer-Straße

- Stadtbus 134 fino a Theresienhöhe


Oktoberfest in treno: è il mezzo più utile, perché dalla stazione centrale di Monaco si può raggiungere la Theresienwiese a piedi in 15 minuti. Però dovete prenotare il viaggio il prima possibile, sia per una questione di costi che di posti a disposizione.


Oktoberfest in aereo: è comodo, soprattutto perché molte compagnie mettono a disposizione viaggi diretti da svariate città italiane fino a Monaco, che col suo aeroporto Franz Josef Strauß, uno dei maggiori in Europa, è in grado di accogliere un ingente numero di visitatori.


I tendoni (Zelte o Festzelte) sono spesso strapieni di persone e si suda anche in maniche corte. Sarebbe bene prenotare un tavolo tempo prima per essere sicuri di avere un posto, soprattutto se siete in gruppo. Se non ci riuscite, tirate fuori il proverbiale spirito di adattamento italico e non ci saranno problemi.

Ecco i nomi dei tendoni:


- Armbrustschützenzelt

- Augustiner Festzelt

- Bräurosl (Pschorr)

- Fischer Vroni Festzelt

- Hacker Festzelt

- Hofbräu Festzelt

- Käfers Wiesnschänke

- Löwenbräu Festzelt

- Marstall Wiesnzelt

- Ochsenbraterei (Spaten)

- Schottenhamel Zelt

- Schützen Festzelt

- Weinzelt Kuffler

- Winzerer Fähndl (Paulaner)


Per accedere alla pagina ufficiale dell'Oktoberfest (in inglese) clicca qui.

37 visualizzazioni

©2019 by The Melting Box. Proudly created with Wix.com