Pasta alla rivoluzione


Esistono piatti semplici che vengono tramandati nelle famiglie da nonna a madre e da madre a figlia che sono in grado di evocare i ricordi più profondo grazie al loro inconfondibile profumo. A volte i piatti più facili possono essere i più genuini riunendo intorno a sé i momenti più evocativi, famiglia e amici. I pomodorini piccoli rotondi o piccadilly hanno in se un innata quantità di sapori che possono arricchire tutti i piatti. Quello che andrò a descrivere ora è un piatto che mia nonna insegnò a mia madre e che mia madre ha trasmesso a me.


Ingredienti (per due persone):

1 teglia di medie dimensioni

15 pomodorini rotondi piccoli o piccadilly

1 spicchio di aglio

Origano Q.B.

Olio d’oliva

180 gr di Pasta, preferibilmente celentani (o cellentani).











Procedimento:

1. Preriscaldare il forno a 180°

2. In una teglia mettere i pomodorini tagliati a metà e disporli su file parallele con l’interno rivolto verso l’alto

3. Tritare l’aglio e disporlo a caso sui pomodorini

4. Aggiungere sale e origano a piacimento

5. Versare l’olio in modo da ricoprire in modo non eccessivo i pomodorini

6. Mettere la teglia nel forno a 180° almeno per 40 minuti fino a quando i pomodorini non si sono scuriti per bene Il grado di cottura dipende dai gusti personali, io li preferisco croccanti e leggermente bruciacchiati. Non devono carbonizzarsi ma scurirsi.

7. Mettere a bollire in una pentola l’acqua per la pasta

8. Cuocere la pasta, la più indicata sono i cellentani (che non avevo in dispensa e mi sono arrangiata con i tortiglioni!!! 😁)

9. Infine in una coppa capiente, una volta pronta la pasta, mischiare i pomodorini con la pasta, se necessario aggiungere un filo d’olio a crudo. Ottimo anche il parmigiano ed il pecorino grattugiati per chi li gradisce.

10. Buon appetito!


35 visualizzazioni

©2019 by The Melting Box. Proudly created with Wix.com