• La Tata

Pici alla norcina (2a versione)


Come promesso, eccovi qui la seconda versione di un grande classico umbro, i pici alla norcina (che in realtà non si chiamano pici, ma umbricelli!).

In questa versione c'è l'uso della panna da cucina e, sempre rispetto all'altra, non ci si mettono i funghi. Per quanto riguarda il tartufo beh, ci si mette quando c'è!

Nella mia famiglia questa versione veniva fatta spesso, come primo di tutti i giorni, e mi ricordo che era sempre un bel momento quando, tornando da scuola, vedevo mia nonna armeggiare con panna e salsicce, ed anche un giorno normale diventava un giorno di festa! Invece, quando la cucinava per qualche ricorrenza speciale, il tartufo non mancava mai! Soprattutto quando veniva a trovarci qualche parente da fuori regione, mia nonna sfoggiava la sua norcina al tartufo come un pavone sfoggia la sua coda!!!

Provate entrambe le versioni e fatemi sapere quale delle due preferite! Scrivetemelo nei commenti e poi io vi dirò qual è la mia preferita in assoluto!!!


INGREDIENTI:

120 gr di pici freschi

1 salsiccia (se la trovate, quella di Norcia sarebbe perfetta!)

80 ml di panna da cucina

1/2 cipolla

1/2 bicchiere di vino bianco

1/2 spicchio d'aglio

sale e pepe q.b.

olio extravergine d'oliva q.b.

1 grattugiata di tartufo (facoltativo)

1 grattugiata di pecorino umbro (o altro tipo di pecorino)


PROCEDIMENTO:

1. Metti a bollire dell'acqua in una pentola a bordi alti.

2. Nel frattempo pulisci aglio e cipolla e tritali finemente. Togli la salsiccia dal budello e spezzettala.

3. In una padella aggiungi un filo d'olio e riscaldalo a fuoco basso. Alza il fuoco fino a medio e metti il trito di cipolla e aglio e la salsiccia spezzettata. Man mano che la salsiccia si rosola, cerca di spezzettarla sempre di più con il cucchiaio di legno.

4. Circa a metà cottura della salsiccia sfuma con il vino bianco e fai evaporare tutto il liquido.

5. A questo punto l'acqua dovrebbe bollire. Butta la pasta. I pici freschi dovrebbero cuocere in 4 o 5 minuti.

6. Quando la salsiccia è bella dorata, aggiungi la panna da cucina, condisci con sale e pepe e fai restringere il tutto.

7. Scola la pasta, tieni da parte un paio di cucchiai di acqua di cottura, e aggiungi sia la pasta che l'acqua di cottura al condimento dentro la padella. Salta un paio di minuti e fai amalgamare il tutto.

8. Impiatta la pasta e finisci con una grattugiata di pecorino o con una grattugiata di tartufo fresco.


Buon appetito!


Suggerimenti:

- Non far cuocere troppo la panna; non deve essere liquida ma comunque piuttosto cremosa, così da avvolgersi bene alla pasta.

- Io non metto mai il formaggio con il tartufo, preferisco sentirne il sapore in purezza, ma se preferisci puoi mettere entrambi, il pecorino e il tartufo.

- Se non hai a disposizione un tartufo fresco da grattugiare ma vuoi comunque sentirne il sapore, prima di mettere la panna aggiungi un po' di salsa tartufata, oppure condisci il tutto con un po' di olio al tartufo.

- Se non ami molto l'aglio, invece che tritato, mettilo intero e fallo rosolare insieme a cipolla e salsiccia e ricordati di toglierlo prima di mettere la panna. Avrai così un leggero sentore senza esagerare con il sapore!

17 visualizzazioni

©2019 by The Melting Box. Proudly created with Wix.com