©2019 by The Melting Box. Proudly created with Wix.com

  • Dolph Sterling

Riflessi 2: Fine di una storia qualsiasi.

Aggiornato il: 16 ott 2019

La morte mi accolse tra le sue dolci braccia in una mattina, nell’ inverno 2001, con le foglie d’oro che volavano fuori dalla finestra e nel frattempo pensavo a ciò che sono stata; una bambina, una ragazza, una piccola donna; e ora è tutto finito, la dolce signora nera fu molte volte mia compagna nella vita; il mio cane, mio padre e tutto in una fredda mattina d’inverno.


Pensandoci bene è stata la mia migliore amica; e già, tutti pensano che la morte sia brutta; io invece la desideravo e l’ho avuta in cambio del mio cuore.


Un giorno riuscii ad avere un’opportunità dalla dama in nero, un ragazzo s’innamorò di me come io di lui, e io accolsi quest’opportunità; poi tutto si è consumato in una notte, nel talamo, nostro freddo giaciglio: per la prima volta ho pensato alla vita, l’ho assaporata come non mai, poi un urlo e più niente.


Ora scrivo queste parole affinché io abbia l'immortalità. Scrivo queste parole sul mio diario nel luogo in cui sono morta.


Come vi dicevo la morte mi accolse tra le sue dolci braccia in una mattina del ’ inverno 2001 e con le foglie d’oro che volano fuori dalla finestra penso a ciò che sono stata… morta.

2001-10-15


Il corriere della sera riporta quest’articolo un anno dopo la morte di una ragazza senza nome i suoi amici la chiamavano Morgana. Il suo diario è stato trovato accanto a lei …sua madre quel giorno non riuscì a reggere il colpo, è morta poche ore dopo.


FINE DI UNA STORIA QUALSIASI.

26 visualizzazioni