©2019 by The Melting Box. Proudly created with Wix.com

  • Dolph Sterling

Riflessi 6: Il buio

Aggiornato il: 8 ott 2019



Il buio è la cosa che mi fa più paura.


Mi ritrovo in una stanza senza alcuna luce, i rumori che stanno attorno a me sono confusi, ma le poche volte che sono riuscito a sentire una voce, è una voce ossessiva e cattiva che mi insegue senza requie, ed io sono spaventato.


La luce, il buio, lontano da tutti e da tutto.


Poche volte sono riuscito ad addormentarmi e a sognare, sognavo le persone, il rumore, un ballo e poi niente, il buio.


Io prima di essere rinchiuso qui dentro avevo una vita, ma quella che avevo in precedenza non la chiamerei così, secondo me erano solamente una raccolta di fatti frivoli messi insieme e ricuciti con la mia anima che piange al sol pensiero delle mura che le stanno attorno…forse queste mura le ho create io stesso con il mio suicidio , e non mi sono nemmeno reso conto di essere morto, forse questi sono solo i miei ultimi pensieri che riecheggiano in una mente senza vita, forse io la vita non l’avevo mai assaporata veramente; forse, forse, forse . Questi “forse” come unica conferma avranno il nulla che li circonda e il nero; mia eterna punizione.


Come vi dicevo ho paura del buio, vivo in una stanza buia, senza finestre né luce, con la voce ossessiva, cattiva, della mia vita né finita né iniziata che mi insegue.


By Raffaele 18 aprile ’02

11 visualizzazioni