©2019 by The Melting Box. Proudly created with Wix.com

  • Dolph Sterling

Riflessi 7: L'ossessione, il jolly della morte. 



Ossessione, la mia ossessione, sono circondato dal nero della morte, ossessione, ossessione, sono posseduto da lei, la morte, sono posseduto da questa bellissima donna sono ossessionato. Questa è la mia ossessione.


Questo non è un racconto, ma è la mia passione. Queste brevi righe non si possono capire, si possono solo leggere. Chi riesce a capire le mie parole può venire a trovarmi, io sono qui chiuso nella mia ossessione in compagnia della mia morte, la mia ossessione. Ossessione, morte e dolore Ossessione, morte e dolore.


Striscia, danza, si muove, la sento nelle pareti, mi sussurra parole che mi scavano le orecchie. Non c'è giorno, non c'è notte, è nei muri è ovunque, è sotto la mia pelle e vuole scappare, urlare, strisciare e danzare.


Dicembre’02.

Questa era l’ultima pagina di diario scritta da Francesco (figlio di un umile contadino) sul suo diario. Il suo, la polizia, lo ha definito un “suicidio creativo” Francesco si è ucciso con una falce, in una mano teneva una carta da poker, un Jolly, su di essa era raffigurata la morte medioevale. Riposa Francesco: che la tua ossessione ti possa accompagnare all’inferno…

7 visualizzazioni